‹ Collana 'Gli artisti dello spettacolo alla Scala' ›

Malclès alla Scala

di Vittoria Crespi Morbio.
Testo di Vittoria Crespi Morbio, Souvenir de Paris.
Apparati: Janine Malclès, Cronologia delle opere; biografia; catalogo delle opere.
Collana «Gli artisti dello spettacolo alla Scala».
Amici della Scala – Umberto Allemandi & C., Torino 2006.
Edizione italiana, pp.103.

Alla Scala, nel dopoguerra, si respira aria di Parigi: Poulenc è ospite frequente, il repertorio accoglie volentieri i titoli di Ravel o di Saint-Saëns, e dalla prestigiosa tradizione del teatro francese sciamano a Milano registi e scenografi.
Figlio del Midi, Jean-Denis Malclès (Parigi, 1912-2002) incarna in realtà l’esprit parigino come pochi altri.
I suoi allestimenti, da L’heure espagnole di Ravel a Les mamelles de Tirésias di Poulenc (ma aveva cominciato con l’omaggio a una grande attrice della Comédie Française, Adriana Lecouvreur), scintillano per chic e joie de vivre, tanto più lievi quanto più saldo è il «mestiere» che li informa.